• Gazzetta del Landi

Cupido internazionale

San Valentino, la festa degli innamorati, affonda le sue radici nella festa più sfrenata dell’antica Roma, quella della fertilità, famosa per i suoi eccessi e trasgressioni. Prima di diventare la festa cristiana dell’amore eterno e altre cose sdolcinate, era un momento di festeggiamenti esagerati e certamente non basato sul sentimento. Era una festività pagana durante la quale uomini e donne si univano secondo casualità e per un anno dovevano vivere in intimità per onorare il rito della fertilità. I nomi delle persone, inseriti in un’urna, venivano sorteggiati da un bambino durante un rito. Gli antichi padri della Chiesa, ritenendo immorale questo rito, cercarono di istituire un “santo degli innamorati” appunto Valentino.

Sapete perché si parla di piccioncini? Si dice che un giorno San Valentino abbia fatto innamorare due giovani, provocando intorno a loro il volo di due piccioni intenti a scambiarsi gesti affettuosi. Da qui deriverebbe l’espressione “piccioncini”.  La tipica rosa rossa deriva invece dall’antica mitologia secondo cui era il fiore preferito di Venere ed è espressione del forte sentimento d’amore. Per quanto riguarda le tradizioni nel resto del mondo, ci sono alcuni varianti sui festeggiamenti. In Giappone, ad esempio, sono tutte le ragazze il 14 febbraio a donare cioccolatini ai ragazzi, indipendentemente da fatto che questi siano i propri fidanzati oppure no. Quindi se sei un ragazzo o una ragazza anticonvenzionale e vuoi festeggiare San Valentino in maniera alternativa ti consigliamo un bel viaggio per questo paese.

In Finlandia, il 14, si festeggia “la festa dell’amicizia” quindi amici e parenti sono invitati a celebrare insieme questo giorno. Se, invece, proprio non ne vuoi sapere né dell’amore né dell’amicizia, la tua destinazione è sicuramente la Russia dove potrai tranquillamente passare una serata senza coppiette che ti girano attorno. Un’altra curiosità del passato è che nell’800 alcuni medici prescrivevano il cioccolato per curare le delusioni d’amore: ritenevano che una dose del cioccolato potesse curare un cuore spezzato. In epoca moderna gli scienziati hanno confermato che il cioccolato contiene sostanze che sollevano l’umore. Questa potrebbe essere un’ottima scusa per sforare la dieta il 14 febbraio e concederti qualche cioccolatino in più. I modi per festeggiare San Valentino sono tanti, ma quello migliore resterà essere in compagnia, che tu sia single o fidanzato. Buon San Valentino a tutti, Sara Pellegrino e Elena Maria Saffioti




54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Cominciamo dando subito una definizione di adolescenza: l’adolescenza è il periodo della vita di un individuo che va dai 13 ai 19 anni. Tuttavia adolescenza non significa solo quello; significa fare i